“La notte della Befana”

di Giovanna Consolo

E’ una notte molto strana
quando arriva la Befana:
la sua splendida magia
fa volar la fantasia!
In un cielo brillante di stelle
viaggia e porta le cose più belle.
Sempre in sella alla scopa volante
di regioni ne visita tante:
passa monti, colline, città,
spiagge e isole sparse qua e là
ma dove vive nessuno lo sa.
Va in palazzi, villette, baracche,
grattacieli, cascine e casette bislacche.
Da finestre, balconi, giardini,
guarda i bimbi nei loro lettini
e, quando meno te lo aspetti,
d’improvviso atterra sui tetti:
parcheggia la scopa, scende giù dai camini,
e cerca le calze di grandi e piccini.
Quando poi si sveglia al mattino,
ci trova mille delizie ogni bambino:
caramelle, dolcetti, giochini,
sorprese, monete e poi cioccolatini…
… E il carbone?
Quello è solo uno scherzo innocente!
Non ci credi?
Stanne certo: nella calza lo trova ugualmente
anche chi è stato sempre ubbidiente.

***

Torna alla Silloge #RaccontiDiNATALE Ed. 2020 per leggere altre opere ed altri autori.

La notte della Befana – Giovanna Consolo – (#RaccontiDiNATALE)
“La notte della Befana”

8 pensieri su ““La notte della Befana”

  • Gennaio 7, 2021 alle 11:51 am
    Permalink

    La sempre bravissima maestra Gio, ha tradotto in chiave moderna e in rima la buona e antica vecchietta di ogni infanzia!

    Rispondi
  • Gennaio 7, 2021 alle 1:39 pm
    Permalink

    Veramente bella e per nulla scontata, ritmo e musicalità impeccabili in una “semplice” filastrocca

    Rispondi
  • Gennaio 8, 2021 alle 6:50 am
    Permalink

    Bellissima filastrocca. Emozione e ricordi!

    Rispondi
  • Gennaio 8, 2021 alle 2:20 pm
    Permalink

    Giovanna una moderna cantastorie col cuore antico…. Commistione che funziona sempre

    Rispondi

Rispondi a Alessandra Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: