Esercizio di scrittura #3

Scrivere un breve racconto con le parole: spiaggia, mare, sole, ombrellone e bagnino.

👇
Scrivete una frase utilizzando un massimo di 50 parole, che racconti una brevissima storia e contenga le seguenti parole: spiaggia, mare, sole, ombrellone e bagnino.
L’ordine di scrittura delle parole lo decidete voi. Esempio: potete iniziare con bagnino e finire con mare
.

L’estate… tempo di vacanze e di nuove avventure, anche solo da immaginare!

Che dite…??!? Sempre una bella sfida! Volete provare a superarla???!

👇
ATTENZIONE ❌
Regole dell’esercizio di scrittura (leggere con attenzione):
– scrivete nei commenti sotto questo articolo;
– si può scrivere solo un commento a persona;
– utilizzate fino ad un massimo di 50 parole;
– la frase deve contenere le parole: spiaggia, mare, sole, ombrellone e bagnino;

per il conteggio delle parole fate attenzione a questo esempio: “l’albero” sono due parole e non una. Il computer, visto che sono attaccate, ne considera solo una, sbagliando il conteggio finale.

👇
ATTENZIONE: la breve storia/frase, per essere pubblicata su Lettera32 Il Blog, deve essere INEDITA e non pubblicata né su carta (libro/riviste/ecc.), né su e-book, né tantomeno su nessun altro canale, sito, social, ecc.. Tutti coloro, che non rispetteranno questa regola, verranno esclusi dall’iniziativa con la conseguente cancellazione del loro breve componimento.

Le storie più carine e significative verranno pubblicate sui canali del Blog Lettera32.

“Scrivere… scrivere… scrivere… occorre fare sempre esercizio con penna e foglio in ogni modo e maniera.”

Cosa aspetti… elabora le idee e… scrivi adesso nei commenti!!!

Questo il link del nostro sito, dove trovate gli esercizi di scrittura da noi proposti:
👉 Esercizi di scrittura.

Le pubblicazioni delle frasi non seguiranno un calendario preciso, quindi… continuate a seguirci tutti i giorni, come fate sempre!

***

👇
👇
👇
Queste le frasi selezionate.
Buona Lettura.

***

“Il SOLE picchiava inesorabile sul mio OMBRELLONE. Il mondo dei doveri e degli affanni sembrava essersi congelato; non esisteva altro che ostentata allegrezza. La spensierata leggiadria di signore non più giovani infastidiva la linea blu di un MARE placido. La SPIAGGIA pareva un salotto, il BAGNINO un custode sonnecchiante.”
Roberta Braghelli

***

“La spiaggia è mia”.
“Egoista”.
“Anche il sole è mio”.
“Egocentrica e… così, pour parler, immagino siano tuoi anche il mare e l’ombrellone”.
“Certo, ci mancherebbe! Il bagnino, invece, no: quello è tutto tuo, Stefano”.
“Così mi piaci, cara”.
Barbara Gaiardoni

***

“Al SOLE non ci voglio stare, detesto il MARE, odio la sabbia ma ci vengo solo perché sono innamorata del BAGNINO, anche se lui non lo sa; così mi faccio aprire l’OMBRELLONE e me ne sto in SPIAGGIA tutto il giorno fino a quando finirà la vacanza… ah, l’amore!!”.
Antonella Paradiso

***

“La fuliggine copriva il SOLE e arrivava fino alla SPIAGGIA, si posava sull’OMBRELLONE e si confondeva con la sabbia. Salutammo il BAGNINO con la promessa che anche il prossimo anno avremmo visitato il suo splendido MARE, la sua splendida isola.
Una Sardegna senza fuoco, questo era il nostro augurio.”.
Giovanni Loriga

***

“Il Il BAGNINO della Riviera
con impermeabile visiera,
soccorre nel MARE
chi sta per annegare.
È abile nel salvataggio:
dimostra il suo coraggio.
Dal cocente SOLE,
si ripara con l’OMBRELLONE.
Utilizza il fischietto,
per richiamare al rispetto.
In SPIAGGIA è consigliere
delle balneari maniere.
È importante,
nell’estate del bagnante!”.
Costanza De Luca

***

“La SPIAGGIA di sera prende un altro aspetto. Trovi solo chi come me aspetta di fotografare il tramonto sul MARE. Un unico OMBRELLONE aperto, è quello del BAGNINO anche lui col cellulare in mano. Siamo pronti ad immortalare lo scatto perfetto mentre i gabbiani salutano gli ultimi raggi di SOLE.”.
Emanuela Stievano

***

“Seduto proprio sotto l’OMBRELLONE
me ne stavo su una SPIAGGIA solitaria
lo sguardo fisso e attento verso il MARE
dall’alto il SOLE unico compagno
in questa quiete mi abbandono e penso
alla inutile presenza di un BAGNINO.”.
Umberto Signorelli

***

“Scruto l’OMBRELLONE da lontano, un BAGNINO agitato si allontana, è tutto un districarsi e un uomo dall’aspetto panciuto stringe a sé una donna dal bikini succinto. La SPIAGGIA sfavilla d’oro incandescente e il MARE adagiato e calmo sorseggia indifferente bollicine dorate dal SOLE.”.
Elena Gottardo

***

Tutto perfetto: SPIAGGIA dorata, MARE di cristallo, SOLE rifulgente sui corpi abbronzati. Sotto l’OMBRELLONE, Erika sorrideva, sorniona. L’uomo che aveva distrutto la vita di sua figlia giaceva tra gli scogli, col cranio fracassato. Si levò, irritata, una voce di donna: “Bagnino! BAGNINO! Ma dov’è andato a finire?”
Arianna Fiorentino

***

“Sono qui apposta per voi!
Sotto l’OMBRELLONE, vicino al MARE, sotto il SOLE, sulla SPIAGGIA! – così recitava lo slogan del BAGNINO Salvo nel deserto della sua anima.”
Annamaria Aceto

***

“Una perfetta giornata di SOLE? In un certo senso sì. Torno sotto l’OMBRELLONE per asciugarmi e rilassarmi. La SPIAGGIA è piena di bagnanti in questo agosto del 2021. Il BAGNINO mi punta. Mio marito lo prende di peso e butta in MARE. No, lui non era geloso diceva. Ah.”
Alessandra Parrini

***

“Ciao BAGNINO, ragazzo che ho visto estate dopo estate, farsi uomo di MARE. Dalla SPIAGGIA, con occhi di sale, guardi il SOLE morente sanguinare la sua linfa sull’OMBRELLONE, ombra lunga sul mistero che racchiudo. Ci sarò domani?”
Gianna Federzoni

***

gliai sotto l’OMBRELLONE, il SOLE era calato. Lei non era più qua. Avevo confusi ricordi di bagni nel MARE, di baci sulla SPIAGGIA. Osservo nel buio vedo qualcuno forse è lei… che grande peccato invece è il BAGNINO.”
Mario Tek Gagliardi

***

“Il gabbiano guardò attonito lo strano BAGNINO saltellare sulla SPIAGGIA, girare attorno ad un OMBRELLONE e correre veloce verso il MARE. Pensò che fosse impazzito, magari a causa di un colpo di SOLE… Ma il pennuto non conosceva il disturbo ossessivo compulsivo e le stramberie necessarie per placare l’ansia…”
Beatrice Biondo

***

“Sarebbe diventato un BAGNINO: quante volte s’era immaginato a puntare, nel SOLE, le più belle ragazze della SPIAGGIA, o eroe acclamato per un rocambolesco salvataggio in MARE. Così pensava Luca, ad Aosta, il 4 agosto, aprendo il suo ombrello, in luogo dell’OMBRELLONE dei suoi sogni.
Come pioveva!”
Ester Bonelli

***

“Scendo sulla SPIAGGIA al tramonto. Il MARE ha un ritmo lento mentre il SOLE declina. Il BAGNINO chiude anche il mio OMBRELLONE, che tristezza un altro giorno va via.”
Ada Giordanelli

***

“Il vento soffiava sempre più forte, il BAGNINO arrivò ansimante e riuscì a chiudere il mio OMBRELLONE un attimo prima che mi colpisse in pieno. Lo guardai, che bello che era, sorridente come il SOLE! Mi spostai sulla SPIAGGIA lasciandomi baciare dalle onde del MARE sempre più impetuoso.”
Adriana Bellanca

***

“Ascolto con calma l’echeggiare del MARE, stesa sulla SPIAGGIA, ai piedi dell’OMBRELLONE, mentre il BAGNINO sotto il SOLE, controlla i turisti che fanno il bagno.”
Franca Chiappetta

***

Sebbene la giornata fosse nuvolosa, me ne andai al MARE. OMBRELLONE, pertanto, lo lasciai a casa insieme ad il resto. Mi sono svegliata di colpo con un BAGNINO urlante: “Bagno SOLE, SIAGGIA Privata. Via subito da qui!”
Luisa Frosali

***

“Avevo una coperta come riparo dal SOLE. Andavo dove quel riparo si chiama OMBRELLONE. Un omone mi scaraventò sulla barca per l’attraversamento del MARE. Lì un simile omone salva dal mare: il suo nome BAGNINO. Non sono arrivato a vedere la SPIAGGIA con quei nomi strani.”
Paolo Paolino

***

“Quest’anno, dopo trent’anni, abbiamo deciso di cambiare SPIAGGIA. E fin qui nulla di strano, può succedere, in fondo il MARE e il SOLE sono gli stessi. Abbiamo prenotato due lettini e un OMBRELLONE in un lido bellissimo, unico problema? Il BAGNINO, basso, grasso, scorbutico e dormiglione.”
Simona Pruiti

***

Messaggio per il BAGNINO:
“Quest’anno la mia SPIAGGIA è un profumatissimo prato verde ed un grande abete è il mio OMBRELLONE. Anche qui il SOLE è caldo e splendente come al MARE.
Ciao! Ci vediamo la prossima estate!”
Giovanna Cavicchi

***

“Sono arrivata sulla SPIAGGIA,
Che caldo, mannaggia!
Volevo un giorno di riposo al MARE
Ma l’afa non mi fa respirare,
Il SOLE scotta troppo
E l’OMBRELLONE mi era d’intoppo
Mi butto a mare ma non so nuotare
Grazie al BAGNINO che mi viene a salvare!”
Anna Rita Trulli

***

“Nella SPIAGGIA ogni OMBRELLONE faceva figura. Il SOLE picchiava sui corpi dei bagnanti. Il BAGNINO osservava il MARE come chi dipinge su tela un panorama mozzafiato. Sentiva di voler salvare la bellezza di quel luogo immergendo il suo cuore sulle onde calme, brillanti di quella meraviglia.
Vero salvataggio del posto.”
Angela Di Bello

***

“Lei, cinquantatre, gioca.
“Parlare tetesco?”
Lui (il bagnino), ventidue, apre l’ombrellone, lancia un’occhiata al mare, alla spiaggia; alza il mento, serio. Scruta.
“Nzu”
Lei guarda. l’iride brilla nel raggio di sole. Sorride. Sceglie.
Lui alza il lettino. Gonfia il bicipite. Valuta. Soppesa. Seziona.
Poi sorride. “Sprichensidoich?”
Max Leone

***

“Il BAGNINO guardava, con aria persa, il suo riflesso nel MARE. Il SOLE che rifletteva i suoi raggi sull’acqua rendeva brillante la distesa azzurra e anche il suo viso specchiato. L’OMBRELLONE era lì, sulla SPIAGGIA, lasciato incustodito. Nella confusione nessuno si sarebbe accorto della sua fuga negli abissi.”
Alessia Del Re

***

“Il SOLE, il MARE spumeggiante, il profumo di salsedine, la SPIAGGIA e noi due. Insieme. Sdraiati sotto l’OMBRELLONE. La nostra pelle che si sfiora. Le mani che si cercano… Un sogno. Il BAGNINO mi sveglia. È ora di andare.”
Marina Bibba Rosati

***

“Il BAGNINO, sotto l’OMBRELLONE senza ombra, guardava il SOLE che, nel tramontare, tracciando una linea purpurea, spaccava in due la visuale fino alla SPIAGGIA, mentre il MARE piatto strisciava dividendosi tra il cielo infuocato e la sabbia rosea.”
Luisella Aresu

***

“Il viaggio era stato una Via Crucis, agognavo la SPIAGGIA, ero talmente sudato e sporco da sembrare un maiale, ma finalmente il MARE. Il SOLE picchiava sull’OMBRELLONE mentre il BAGNINO dalla postazione controllava i bagnanti. Con una corsa olimpica mi tuffai mettendomi a mollo.”
Giuseppe D’Acchioli

***

“Doveva essere “grande e solido”, l’OMBRELLONE, resistente al libeccio. Sulla SPIAGGIA, nessun BAGNINO, solo la bandiera rossa a segnare il limite dei bagni in MARE. Una famiglia di cinesi si ferma lì a due passi. Mi guardano. Ridono. Una folata di vento e l’ombrellone vola verso il SOLE.”
Normanna Albertini

***

“Del BAGNINO non aveva proprio niente. Pallido, grassoccio, occhiali da vista, un libro tra le mani, si riparava dal SOLE sotto l’OMBRELLONE. La SPIAGGIA era deserta in quell’agosto settembrino e forse lui era felice. Ogni tanto alzava lo sguardo, ad assicurarsi che il MARE fosse ancora lì.”
Silvestra Sbarbaro

***

“Oggi, venerdì 17, l’aitante Pierino troneggia spavaldo sulla torretta in SPIAGGIA per il primo giorno da BAGNINO senza brevetto, ma con alle spalle la serie completa di “Baywatch”. Beata l’ignoranza dei bagnanti in MARE, degli avidi di SOLE sul lettino e dei cauti sotto l’OMBRELLONE!”
Angela Acquaviva

***

“Il SOLE picchia forte.
La SPIAGGIA pullula di gente. Qualcuno, sotto l’OMBRELLONE, è intento a spalmare la crema per non ustionarsi.
Il giovane BAGNINO mostra i bicipiti alla teenager.
Serenità.
D’improvviso dal MARE arriva il suono di una sirena. La motovedetta sfreccia al largo.
Inquietudine.”
Anna Maria Belardi

***

“La SPIAGGIA dorata terminava nel MARE che aveva preso l’azzurro del cielo, terso e forato da un SOLE sempre più stella vitale da cui mi riparavo con un OMBRELLONE. Il BAGNINO era una splendida bagnina che mi guardava piacevolmente.
Poi mi sono svegliato.
Per andare a lavorare in miniera.”
Marco Torracchi

***

“È facile, ora che ho davanti il MARE, ricordare te, la tua voce, che sembra chiamarmi tra il chiasso di questa SPIAGGIA.
I ricordi tornano soltanto nei sogni.
Il BAGNINO mi guarda vicino l’OMBRELLONE.
Rischio un’insolazione, ma aspetto.
Il SOLE non ha pietà.
Pietà, per questa nostalgia.”
Massimiliano Sciò

***

“Era una ricorrenza: ogni anno il solito gruppo nella stessa SPIAGGIA. Bello fare il bagno a MARE e ridere del nulla, prendere il SOLE, giocare a carte sotto l’OMBRELLONE. Il BAGNINO osservava l’orizzonte. Il mare è sempre là, noi non ci siamo più.”
Angela Sciuto

***

“Nel cielo azzurrissimo brillava il SOLE
Portavo un cappello con tante viole
Papà piantava il colorato OMBRELLONE
La mamma preparava la colazione
Io giocavo tra la SPIAGGIA e il MARE
E non avevo nient’altro da desiderare
Perché ero felice con il mio papino
Ma crescendo notai anche il BAGNINO.”
Tania Calbrò

***

“Al MARE ci vado in inverno, quando le onde sono violente e l’acqua è illuminata solo da un pallido SOLE. Passeggio, guardo le mie orme solitarie sulla sabbia, fotografo la SPIAGGIA deserta senza BAGNINO, nessun OMBRELLONE e gente rumorosa.”
Marta Cappannari

***

“Che voglia di MARE, pensavo raggomitolata dentro al letto, con fuori sottozero ed i piedi congelati. Fantasticai di spalmarmi su quel BAGNINO abbronzato sotto l’OMBRELONE. Ma a gennaio, ancora ce ne vuole prima di rigodere del SOLE. Accesi la termocoperta e immaginai una SPIAGGIA tiepida al tramonto.”
Graziella Bennati

***

“Un BAGNINO ucciso sulla SPIAGGIA a colpi di OMBRELLONE. L’ispettore indossò i suoi occhiali da SOLE e guardò verso il MARE. Non se ne verrà facilmente a capo, pensò.”
Anna Viola Imperiale

***

“Agosto, sei del mattino.
Il primo OMBRELLONE in SPIAGGIA, come sempre, è il mio.
Siamo io e il BAGNINO, due cinquantenni annoiati e assonnati che sbadigliano a fauci aperte.
Prima che torni il SOLE, crederemo un poco che il MARE abbia ancora una carezza, per la nostra lontana gioventù.”
Antonio Blunda

***

“Il MARE accompagnava dolcemente il SOLE nella notte, non c’era più nessuno in SPIAGGIA. Roberto si apprestava a chiudere, con l’ultimo OMBRELLONE, un’altra giornata da BAGNINO dello stabilimento più in voga dell’anno.
Doveva esserne felice.
Ma lo sguardo triste verso l’orizzonte tradiva il suo cuore.”
Giò Py

***

“Non mi piace stendermi al SOLE, sulla SPIAGGIA a mo’ di lucertola, così come non mi piace sdraiarmi sulla sabbia; al contrario, mi piace leggere sotto l’OMBRELLONE. Per questo non farei mai il BAGNINO. Il MARE lo preferisco in inverno, quando è tumultuoso.”
Lu Ca

***

Il cane bagnino

Mentre ero in SPIAGGIA sotto L’OMBRELLONE per ripararmi dal SOLE ho visto da lontano, un cane BAGNINO, un Terranova tuffarsi nel MARE per fare un salvataggio.
Il cane è stato velocissimo, c’è riuscito.
I cani in spiaggia non sono graditi dicono che sporcano! Ho pensato: “Gli umani… no?”
Claudio Lucchesi

***

“Verrò a cercarti all’alba mentre la SPIAGGIA è ancora deserta e i primi raggi del SOLE si riflettono sul MARE. In lontananza scorgo il BAGNINO che sistema l’OMBRELLONE ma tu non ci sei, mio dolcissimo amore. Sei lontano mille miglia e ad un passo dal mio cuore.”
Alda Galifi

***

“La SPIAGGIA era bella. Il MARE trasparente restituiva allo sguardo tutti i suoi abitanti che nuotavano veloci tra gli scogli. Sdraiata al SOLE, accaldata, speravo che qualcosa accadesse… non riuscivo a muovermi, nemmeno a pensare, all’improvviso una mano amica: il BAGNINO aprì l’OMBRELLONE, ebbi finalmente l’ombra!”
Ida Maggetti

***

“La SPIAGGIA dei Desideri Esauditi era semivuota. L’OMBRELLONE assegnatomi era il numero otto, e indaco, come l’infinito. Il SOLE una palla complice e calda.
Il MARE luccicava d’un argenteo verde pastello. E il BAGNINO, faceva accomodare solo chi di noi aveva creduto: nel proprio sogno.”
Rossella Valitutti

***

“Mentre il MARE si cullava tra le sue stesse onde, il BAGNINO notò una bottiglia galleggiare vicino alla boa. Incuriosito lasciò l’OMBRELLONE e la raggiunse; lesse il messaggio all’interno: “Salva il mio cuore”. Si voltò e la vide sulla SPIAGGIA, vestita dei raggi del SOLE ed eterea bellezza.”
Emanuel Fatello

***

“Il MARE nel silenzio della sera risuonava nel mio cuore. Non c’era SOLE e sulla SPIAGGIA di sassi scuri, nessun OMBRELLONE oscurava il cielo ma, d’improvviso, un pianto sommesso. Il BAGNINO soffriva per amore… le sue lacrime erano sale come l’acqua che mi percuoteva il cuore.”
MariaItalia Insetti

***

“SPIAGGIA con sabbia rovente baciata dal SOLE, bordata da un MARE infinito… ma io da sotto l’OMBRELLONE osservo il BAGNINO… perché tutte cose belle vanno guardate!”
Ketty K Ketty

***

“Guardò la scena davanti a lui, era una SPIAGGIA sotto il SOLE con un OMBRELLONE bianco ed in riva al MARE, un BAGNINO in pantaloncini rossi. Quel quadro sulla parete della sala d’aspetto del dentista era lì da chissà quanti anni.”
Daniele Varelli

***

“Sono uscita da sola in barca.
Avevo voglia di MARE, ma non di SPIAGGIA.
Di nuotare al largo, non vista dal BAGNINO.
Di prendere il SOLE, non di stare sotto l’OMBRELLONE.”
Rosssano Lo Grasso

***

“Passeggio sognante in riva al MARE. La SPIAGGIA è bollente. Mi tufferei nell’acqua cristallina, ma non so nuotare! C’è un BAGNINO e potrebbe insegnarmi, chissà, ma se non ho imparato finora…..Prendo un po’ di SOLE e sto sotto il mio OMBRELLONE, sempre pendente, come la torre Pisa.”
Susanna Furcas

***

“Anche l’odioso BAGNINO rimpiango. Il MARE continua a vomitare plastica, mentre un SOLE pallido e nervoso si affaccia per capire che succede. La SPIAGGIA è deserta. Affondo i piedi in una sabbia incredula mentre un OMBRELLONE superstite mi guarda spaurito.”
Brillante Massaro

***

“Non amo molto il MARE né tantomeno stare troppo al SOLE, ma un giorno il mio amico BAGNINO mi invitò ad andare con lui sulla SPIAGGIA, portando l’OMBRELLONE.”
Franca Chiappetta

***

👇
👇
👇
Vuoi tornare a leggere gli altri esercizi di scrittura proposti da Lettera32 Il Blog?
Clicca su #EserciziDiScrittura.

Qui sotto troverai i commenti dei nostri autori relativi all’esercizio in questione.
👇

#EsercizioDiScrittura3 – Lettera32 Il Blog
Esercizio di scrittura #3

12 pensieri su “Esercizio di scrittura #3

  • Agosto 6, 2021 alle 5:59 pm
    Permalink

    Il sole picchia forte.
    La spiaggia pullula di gente. Qualcuno, sotto l’ombrellone, è intento a spalmare la crema per non ustionarsi.
    Il giovane bagnino mostra i bicipiti alla teenager.
    Serenità.
    D’improvviso dal mare arriva il suono di una sirena. La motovedetta sfreccia al largo.
    Inquietudine.

    Rispondi
  • Agosto 7, 2021 alle 9:54 am
    Permalink

    La spiaggia dorata terminava nel mare che aveva preso l’azzurro del cielo, terso e forato da un sole sempre più stella vitale da cui mi riparavo con un ombrellone. Il bagnino era una splendida bagnina che mi guardava piacevolmente.
    Poi mi sono svegliato.
    Per andare a lavorare in miniera.

    Rispondi
  • Agosto 14, 2021 alle 3:39 pm
    Permalink

    Il sole tramontava dietro l’orizzonte indorando le placide onde del mare. Sulla spiaggia il bagnino ripuliva la sabbia da cartacce e rifiuti abbandonati, raccolse un foglietto spiegazzato ai piedi dell’ultimo ombrellone: “Ti ho sempre amato, non dimenticarmi”, lesse e con un rapido gesto lo gettò nel nero sacco della spazzatura.

    Rispondi
    • Agosto 27, 2021 alle 12:10 pm
      Permalink

      Lauramaria, sono troppe parole. Lo Staff del Blog Lettera32

      Rispondi
      • Agosto 27, 2021 alle 11:01 pm
        Permalink

        Salve, il conteggio parole del mio computer mi da il numero di 50 parole, il max consentito dal vostro regolamento. Mi sbaglio?

        Rispondi
        • Agosto 29, 2021 alle 6:26 pm
          Permalink

          Sono 52 parole. il computer conta come una parola “l’orizzonte” e come una parola “dell’ultimo”.

          Rispondi
  • Agosto 15, 2021 alle 1:30 pm
    Permalink

    Anche l’odioso BAGNINO rimpiango. Il MARE continua a vomitare plastica, mentre un SOLE pallido e nervoso si affaccia per capire che succede. La SPIAGGIA è deserta. Affondo i piedi in una sabbia incredula mentre un OMBRELLONE superstite mi guarda spaurito.

    Rispondi
  • Novembre 5, 2021 alle 5:41 pm
    Permalink

    Non amo molto il mare né tantomeno stare troppo al sole ma un giorno il mio amico bagnino mi invitò ad andare con lui sulla spiaggia, portando l’ombrellone.

    Rispondi
    • Dicembre 17, 2021 alle 3:18 pm
      Permalink

      La tua frase è stata pubblicata sul nostro sito.
      👇
      La puoi leggere nell’articolo sopra al tuo commento.
      👇
      Continua a commentare e condividi e soprattutto… continua a seguirci!

      Cogliamo l’occasione per augurarti Buon Natale e un Felicissimo Anno Nuovo!

      Lo Staff di Lettera32 Il Blog 🎅🎄

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: