“Sogno di una notte d’estate”

di Rosanna Novello

Un mattino molto presto
scendo giù dal letto lesto
e mi avvio senza indugiare
svelta svelta verso il mare.

Arrivata sulla spiaggia
quel che vedo mi scoraggia:
lì non c’è anima viva
né nell’acqua né a riva.

Però il sogno era foriero,
e di certo veritiero,
di qualcun che mi attendeva
e un miracolo accadeva.

Sulla sabbia mi adagiai
e il prodigio lì aspettai…
Ma nessun dal mare uscì
neanche se era mezzodì.

Il mio sogno qui fu infranto,
ci credevo tanto tanto:
da un Tritone sarei stata
in “modella” trasformata.

Forse avrò sbagliato il giorno
ma domani poi ritorno.
Nel frattempo, mi do un tono
e mi accetto come sono.

***

Se vuoi leggere altri componimenti relativi a questa Silloge, clicca sul link: #DiSpiaggiaeDintorni

Silloge #DiSpiaggiaeDintorni – Rosanna Novello – Lettera32 Il Blog
“Sogno di una notte d’estate”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: