Napoli: un chiosco di fiori tra ceste di libri.

“Un libro è un giardino, che puoi custodire in una tasca.” (Proverbio arabo)

Luigi Esposito è un fioraio di Napoli che regala libri ai passanti, tutti, anche quelli che non acquistano fiori. Nel suo chiosco a Chiaia ci sono ceste di vimini, in cui si trovano tanti libri: dai gialli ai romanzi rosa, dai saggi ai libri di cucina, e tantissimi altri. “Qui libri gratis”, ecco cosa c’è scritto sui cartelli posti dentro le ceste. I profumi dei fiori si mescolano con le parole in un connubio perfetto: si colorano a vicenda, intrecciandosi alla vita quotidiana. Ma che fatica leggere un libro oggi… che sforzo, che impegno… non c’è tempo!

“Ci sono crimini peggiori del bruciare libri. Uno di questi è non leggerli affatto.” (Josif Brodskij)

Ci siamo dimenticati che un libro ha il grande potere di aprire la mente, di far volare con la fantasia… ci fa crescere, ci fa sognare…

“Entrai nella libreria e aspirai quel profumo di carta e magia che, inspiegabilmente, a nessuno era ancora venuto in mente di imbottigliare.”
(Carlos Ruiz Zafón)

Proprio per questo motivo e per sostenere la “lettura a tutti i costi”, a Luigi è venuta in mente un’idea: ha creato un “Book Crossing”. Che cos’è? Uno scambio di libri effettuato lasciando copie di volumi già letti in un luogo pubblico, che restano a disposizione di altri lettori, in uno scambio continuo. I suoi clienti, così, hanno iniziato a regalargli i libri di cui volevano disfarsi e piano piano le ceste di vimini si sono riempite e poi svuotate.

“I libri pesano tanto: eppure, chi se ne ciba e se li mette in corpo, vive tra le nuvole.” (Luigi Pirandello)

Il risultato? E’ stato quello di far diventare il suo chiosco un vero e proprio “Club Letterario”. Qui la gente può parlare di tutto e soprattutto, ha la possibilità di continuare a leggere, con uno scambio continuo di libri che vanno e poi ritornano e poi cambiano.

Iniziativa non solo lodevole, ma da promuovere!

Direi che… se qualcuno ha voglia di acquistare un fiore, passi da Luigi: di sicuro oltre ad un fiore, salverà anche un libro dimenticato, ridonandogli nuova vita!

“Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi, o, come fanno gli ambiziosi per istruirvi. No, leggete per vivere.” (Gustave Flaubert)

Napoli: un chiosco di fiori tra ceste di libri.
Tags:                         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: