“Lama di luce”

di Antonella Celeste Buttelli

Il tronco, trafitto
inchina i suoi rami al terreno,
cadono le foglie accanto
sbiadisce il manto,
cercando le verdi speranze
tra le viscere selvagge,
mondi nascosti
e improbabili trapassi, verso il centro
di un universo non lontano
di un mondo celato al destino.

Trafitto, quel tronco antico,
da una lama di luce
pulsa, esplode,
tra nubi e pentimenti
tra dolori e tormenti,
trapassa il durame
si insinua tra il magma
cercando passioni che ardono ancora,
cercando l’essenza in un’amabile gesto
e nell’improbabile clemenza del tempo.

Rami piegati a terra, nel potente inchino,
sfiorano l’ombra di ciascun mortale
negli anni migliori,
innalza i corpi piegati
risorti nella fulgida chioma.

***

Torna alla Silloge #IlVoltoDellaClessidra per leggere altre opere ed altri autori.

#IlVoltoDellaClessidra – Antonella Celeste Buttelli – Lettera32 Il Blog
“Lama di luce”

2 pensieri su ““Lama di luce”

  • Luglio 20, 2021 alle 9:47 pm
    Permalink

    Molto bello Luisa, complimenti. L’amore, il tempo e la speranza di un riscatto di un’anima persa. 👏👏👏

    Rispondi
  • Luglio 24, 2021 alle 4:47 pm
    Permalink

    Suggestivo il richiamo del destino dai rami piegati alla fulgida chioma…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: