“Imprudenza settembrina”

di Alessandra Parrini

Mosso mi mosse le scosse
Il telo disteso
Al tramonto proteso
La chioma mezza
Libeccio in volata
Agosto alle spalle
Crollo esausta spossata
Sorda al richiamo.
Il bagnino mi fissa
Ultima stracca bagnante
In un giorno agognato
Pausa rifletto mi alzo
Bagnata
Raccolgo due cose
Svogliata.
Saluto accelero il passo
Lento riflesso Di un sole svanito.
Pedalo di fretta trafelata
Sudata.
Cena frugale
A letto con la chioma salata
Bagnata
Al risveglio il mattino
Che tosse.

***

Se vuoi leggere altri componimenti relativi a questa Silloge, clicca sul link: #DiSpiaggiaeDintorni

Silloge #DiSpiaggiaeDintorni – Alessandra Parrini – Lettera32 Il Blog
“Imprudenza settembrina”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: