“Natale”

di Gabriella Paci

L’abete carico di ninnoli e luci
non illumina abbastanza la stanza
e non fuga le ombre intermittenti.

Le ghirlande e i ghirigori appesi
tra le facciate delle case dondolano
al vento triste della pandemia,
non danno allegria alle strade vuote
di senso e di calore. Freddo l’abbraccio
di coltri di cachemire o di pelliccia,
e gli auguri nel web sull’orlo di parole
incrinate dal vetro e fissate
sul surrogato della realtà da ricucire
nella staticità banale di un quotidiano
che finge sorpresa nelle carte lucide
di panettoni e torroni da mangiare
a denti stretti insieme alla malinconia.

Volgi allora gli occhi alla capanna,
alla mangiatoia del bambinello
a cercare un segno, una risposta
e questo, anche se non lo sai,

è già preghiera.

***

Torna alla Silloge #RaccontiDiNATALE – Seconda Edizione – Anno 2021 per leggere altre opere ed altri autori.

Natale – Grabriella Paci – (#RaccontiDiNATALE – Seconda Edizione)
“Natale”
Tags:     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: