“Tutto il giorno”

di Clara Marelli

La sveglia, quella verde con il vetro bombato e le lancette color bronzo a forma di freccia, smette di ticchettare alle 20,26 del 13 gennaio. La carica si è esaurita di nuovo oppure sono saltati gli ingranaggi? Si ferma. Per sempre.
Nessuno se ne accorge: sono tutti intorno al letto a tenerti la mano per non lasciarti sola con l’ultimo respiro. Solo io la sento, la sveglia che si ferma. La sento e la vedo anche se sono all’altro capo del telefono, distante duecento chilometri.
Nitido davanti ai miei occhi il gesto ripetuto meccanicamente: con la mano sinistra la impugni e con la destra ruoti la chiave prima che si scarichi del tutto e si debba andare sul terrazzo per sincronizzarsi con l’orologio del campanile. Dentro la testa risuona ogni secondo scandito: quanti sono? Da quanti anni la possiedi? Era già vecchia nei miei ricordi di bambina.
Tutto il giorno avete atteso, con un filo sempre più esile di speranza, che rispondessi alle insistenti chiamate.
Tutto un giorno e tutta una vita condensati in pochi istanti.
Restano la musica prodotta dai tuoi zoccoli che danzano nello spazio ristretto tra i fornelli e l’acquaio e le macchie di ragù sulle piastrelle.

***

Torna alla Silloge #IlVoltoDellaClessidra per leggere altre opere ed altri autori.

#IlVoltoDellaClessidra – Clara Marelli – Lettera32 Il Blog
“Tutto il giorno”

14 pensieri su ““Tutto il giorno”

  • Luglio 18, 2021 alle 8:34 am
    Permalink

    Intenso, emozionante, struggente; si legge con gli occhi ma si sente nel cuore.

    Rispondi
  • Luglio 18, 2021 alle 4:57 pm
    Permalink

    Grazie Manolo, era proprio quello che volevo trasmettere.

    Rispondi
  • Luglio 18, 2021 alle 6:00 pm
    Permalink

    Struggente, dolce, belle le immagini evocate con sentimento ma senza mai cadere nella trappola del sentimentalismo.

    Rispondi
  • Luglio 18, 2021 alle 10:04 pm
    Permalink

    La capacità attraverso la parola di creare immagini e emozioni è capacità di pochi. Qui puntuale arrivano tutte e due dritte al cuore.
    Complimenti
    Robert

    Rispondi
    • Luglio 19, 2021 alle 8:18 am
      Permalink

      Grazie Roberta, sono felice che abbia generato questo.

      Rispondi
  • Luglio 20, 2021 alle 6:25 pm
    Permalink

    Poetico ed emozionante.
    Ci si ritrova all’istante dentro questo pezzo di vita. Il rumore dei ricordi evocati è così intenso che, per un attimo, ho sentito anche io quella sveglia ticchettare.

    Complimenti
    Chiara

    Rispondi
  • Luglio 20, 2021 alle 10:12 pm
    Permalink

    Grazie Chiara per le belle parole.

    Rispondi
  • Luglio 22, 2021 alle 5:23 pm
    Permalink

    Molto emozionante, in poche righe riesce a trasmettere dolcezza e amore di fronte alla morte. Bello.

    Rispondi
  • Luglio 22, 2021 alle 8:57 pm
    Permalink

    Semplice, nitido, musicale. Non è qualità comune saper trasmettere emozioni e trascinare nel racconto. Prova degna di nota.

    Rispondi
  • Luglio 22, 2021 alle 9:56 pm
    Permalink

    Non mi era mai capitato di provare tante emozioni leggendo un racconto così breve.
    È una poesia più che un semplice racconto, è una dichiarazione d’amore per chi ci sta lasciando, un estremo saluto che travalica il tempo e lo spazio e denota una estrema sensibilità ed empatia che solo due esseri che hanno condiviso tanto possono sperimentare. Complimenti vivissimi all’autrice che mi auguro di leggere ancora.

    Rispondi
  • Luglio 23, 2021 alle 7:38 am
    Permalink

    Emozioni dolci e sensibili anche davanti a un evento come la morte che in questo caso ce la fa apparire come un cosa naturale e quasi solo un dolce addio

    Rispondi
  • Luglio 23, 2021 alle 7:43 am
    Permalink

    Il talento di uno scrittore consiste nel saper attingere da esperienze personali per trasmettere emozioni universali, che toccano il cuore e l’anima di tutti noi. Questo breve racconto riesce perfettamente nell’impresa, e meravigliosa e’ anche la trasfigurazione poetica degli oggetti quotidiani che esprime il rapporto intimo tra i personaggi. Una piccola perla, grazie Clara.

    Rispondi
  • Luglio 24, 2021 alle 6:58 am
    Permalink

    In poche parole la descrizione di un istante così intenso.. Complimenti

    Rispondi
    • Luglio 27, 2021 alle 3:17 pm
      Permalink

      Grazie Carlotta per aver dedicato pochi minuti alla lettura. Grazie ancora

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: