“Wembley 1992-2021”

di Fabio Mele

Basta un attimo per far tornare indietro la clessidra. Basta chiudere gli occhi. E Luca chiude gli occhi.

Sente le radio e le televisioni che risuonavano nelle strade, a Genova, nel ‘92. Come se fosse lì.

Vede rientrare in casa bambini e ragazzi, adulti ed anziani, perché la parte blucerchiata di Genova aspettava da mezzo secolo una sera così.

Rivede Wembley di allora. Un catino festante, la pista di atletica e le transenne, le panchine di legno. Poi comincia il film, una pellicola che durerebbe centoventi minuti, ma che si interrompe dopo centodieci, con quella maledetta punizione contro. Genova pianse con i suoi bambini.

Piange anche ora, Luca, abbracciando un amico. Riapre gli occhi e la clessidra torna avanti, vede di nuovo Wembley, ma quella del 2021. L’azzurro. Davanti a lui, di nuovo Roberto. Stavolta non corrono con la palla tra i piedi, sono vestiti di tutto punto. Com’è stato possibile se solo un istante fa si era mangiato due gol? Possono delle lacrime fare un viaggio di ventinove anni dal 1992 al 2021 per ritornare in modo completamente diverso?

“Eccoci qui”. Pensa. “In giacca e cravatta soltanto fuori, ma non dentro. E stavolta insieme ce l’abbiamo fatta, Roberto”.

***

Torna alla Silloge #IlVoltoDellaClessidra per leggere altre opere ed altri autori.

#IlVoltoDellaClessidra – Fabio Mele – Lettera32 Il Blog
“Wembley 1992-2021”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: